“Basta Compiti”. I prof non ascoltano l’appello del Ministro: la petizione dei genitori

Pubblicato da Redazione Basta Compiti! il

13 mila iscritti alla pagina Facebook “Basta compiti!” per protestare contro la mole di lavoro assegnata ai ragazzi dagli insegnanti durante queste feste di Natale, anche alla luce dell’invito del Ministro Bussetti. La petizione online da loro lanciata conta già 32mila firme.

Diversi genitori negli ultimi giorni stanno postando foto dei diari dei propri figli, piene di consegne da svolgere durante la pausa natalizia, sulla pagina Facebook “Basta compiti!”. La loro domanda è una: “Perché l’invito del Ministro Bussetti è rimasto inascoltato?”. La questione va chiarito. All’inizio di dicembre il Ministro dell’Istruzione aveva annunciato l’invio di una circolare con la quale avrebbe invitato i prof ad assegnare meno compiti durante le feste di Natale, appoggiando i giovani studenti in altre attività come la lettura di un libro o la partecipazione ad una mostra, o il solo contatto con gli affetti familiari. Parole che hanno innescato il dibattito tra i fautori del “Sì” e del “No” ai compiti per le vacanze.

La circolare poi non è arrivata, ma il 20 dicembre Bussetti ha inviato un biglietto di auguri destinato a tutto l’universo scuola: “Invito il corpo docente a riflettere, anche collegialmente, sul carico di compiti che saranno assegnati durante le vacanze. Ritengo importante che i nostri ragazzi abbiano il tempo per ritemprarsi e svagarsi, stare con i propri cari, curare le proprie passioni, divertirsi, leggere, ascoltare musica, andare a vedere una mostra, praticare uno sport”. Nessun obbligo, dunque, alla classe docente italiana, che così ha mantenuto viva la tradizione: le pagine dei diari sono piene di esercizi di algebra e geometria, di storia e scienze. Da qui le proteste sulla pagina Facebook “Basta compiti!” di 13mila genitori che, indignati, postano i diari dei loro figli. La petizione online da loro lanciata conta già 32mila firme.

https://www.fanpage.it/attualita/basta-compiti-i-prof-non-ascoltano-lappello-del-ministro-la-petizione-dei-genitori/


0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *