Umberto Veronesi aderisce a BastaCompiti!

Pubblicato da Redazione Basta Compiti il

Umberto Veronesi, 90 anni portati splendidamente, è uno dei volti noti che si è espresso in merito alla campagna “Basta Compiti”, promossa dal dirigente scolastico e pedagogo Maurizio Parodi.

Questa campagna-manifesto, lo ricordiamo, ha già ottenuto su Change.org più di 10.000 adesioni ed è finalizzata alla totale abolizione dei compiti a casa nella scuola dell’obbligo.
I compiti a casa? Un’inutile perdita di tempo!

L’oncologo, intervistato dal quotidiano “La Repubblica” appoggia in pieno la petizione di Parodi, in quanto ritiene che i compiti a casa siano da considerare un lavoro superfluo e infruttuoso.

Del resto Veronesi ammette di non essere stato in giovinezza quello che si definisce uno studente modello: è stato, infatti, bocciato sia in seconda ginnasio che in prima liceo. Relativamente ai compiti assegnati per casa dai professori ha da sempre avuto le idee ben chiare: non li ha mai fatti e, anche oggi che i tempi sono cambiati, ritiene che essi siano solo una inutile perdita di tempo.
A scuola bisogna imparare a pensare

Per Umberto Veronesi la scuola, lungi dall’essere un luogo dove si costringono gli alunni a sgobbare sui libri e a imparare le lezioni a memoria, dovrebbe insegnare loro a sviluppare il pensiero critico e a coltivare le proprie passioni.

In luogo dei compiti a casa sarebbe preferibile che gli insegnanti, pertanto, si limitassero a consigliare la lettura di un buon libro o la visione di un film d’autore. Mamme.it


0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *